WATCHLOVER

WATCHLOVER

Come scegliere e acquistare un orologio d’epoca (vintage) di lusso e da collezione

Rolex ‘Piccolino’ Ref. 3055

Negli anni '30 e negli anni '50 con una seconda serie, la Rolex produce il più piccolo orologio con la funzione cronografica. E' soprannominato il ''Piccolino'' e la sua referenza è la 3055. E' caratterizzato da un diametro molto ridotto, di soli 30 mm, 2 mm più piccolo del Rolex Ovetto e 6 mm più piccolo dell'Ovettone.
L'orologio è antimagnetico con delle armoniose anse curve.

E' composto da tre parti: il fondello con la chiusura a scatto, la carrure e una lunetta liscia a scalini.
Sul quadrante alle ore nove c'è la sfera dei secondi, mentre alle ore tre è presente il contatore dei minuti per la funzione cronografica.
Il Rolex Piccolino ha un movimento meccanico a carica manuale, il calibro Valjoux 69.

La Casa ginevrina ha prodotto 200 esemplari in oro giallo, 20 in oro rosa e pochissimi in acciaio.
Gli orologi della prima serie degli anni '30 sono caratterizzati dai pulsanti cronografici a forma rettangolare, quelli degli anni '50 a forma di oliva.
E' stato inoltre realizzato con due corone di carica diverse: una, a forma di cloche o cappello di prete, molto affascinante; l'altra, piatta e incassata, con una forma più classica e regolare.

Rolex 'Piccolino' in oro rosa, quadrante nero con indici a rombo applicati in oro, lancette ad Alpha, pulsanti cronografici a oliva e corona di carica a capello di prete.

 


Rolex 'Piccolino' in oro rosa, quadrante nero con indici a bastone misti a sfera applicati in oro, lancette Dauphine in oro rosa, pulsanti cronografici rettangolari e corona di carica a capello di prete.

 


Rolex 'Piccolino' in oro giallo, quadrante nero con indici a rombo applicati in oro, lancette ad Alpha in oro, pulsanti cronografici rettangolari e corona di carica piatta.

 

Sul perimetro esterno del quadrante c'è la scala tachimetrica utilizzata per misurare la velocità media oraria su una data distanza (km/h) e in alcuni esemplari si trova anche la scala telemetrica.
Questa scala è impiegata per stabilire la distanza in km alla quale si è verificato un certo evento luminoso seguito poi da un rumore. Ad esempio, si fa partire il cronografo appena si vede un lampo e lo si arresta nel momento in cui si sente il tuono. La posizione della sfera dei secondi indica direttamente sulla scala a quale distanza si è scaricato il fulmine, per esempio un km corrisponde a circa tre secondi.
Questa misurazione veniva utilizzata in guerra per conoscere, dal rumore del colpo di un cannone, la distanza del nemico.

 

Rolex 'Piccolino' in oro giallo con scala tachimetrica e telemetrica, pulsanti cronografici a oliva e corona di carica piatta.

 

 

Immagini tratte da aste di Antiquorum.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.